Come scegliere il catering per il tuo matrimonio in 10 mosse

Il catering è uno dei fattori che condizionano maggiormente il successo di un matrimonio.
Il ricevimento di nozze, i suoi sapori ed i suoi colori sono tra le cose che maggiormente saranno ricordate dagli invitati e, proprio per questo, è necessario scegliere con attenzione il servizio giusto.

Cerchiamo di raccontarvi quello che secondo noi è davvero importante e che vi consigliamo di tenere in considerazione nella scelta del catering:

  1. La scelta della location. Questo aspetto è estremamente importante ai fini di un preventivo catering. Diffidate di chi ha prezzi fissi ed uguali per ogni location perché diversi luoghi richiedono diverse logistiche e affinché tutto sia perfetto questo aspetto è sempre da tenere in considerazione. A tal proposito se non avete ancora trovato il luogo del cuore potete comunque rivolgervi ad un catering che potrà consigliarvi, sulla base delle sue esperienze, la location più giusta per voi.
  2. Per questo motivo raccontatevi e raccontate la vostra idea di matrimonio, quello che vi piacerebbe davvero, cosa è importante per voi e non deve mancare quel giorno. Chi di fronte a voi saprà ascoltarvi saprà anche consigliarvi.
  3. Diffidate di chi invia preventivi senza avervi mai guardato negli occhi. Si tratta di un evento importantissimo ed estremamente personalizzabile per cui è fondamentale incontrarsi, stringersi la mano, sedersi e parlarne di persona. Prendetevi del tempo per voi e come dicevamo prima raccontatevi.
  4. Date un’occhiata alle recensioni. Tenere conto delle esperienze delle altre persone, fai tesoro dei consigli degli sposi e degli ospiti che ci sono già passati, le opinioni sono importanti (e lo sono anche per noi che ne teniamo molto da conto). Nelle recensioni trovate sempre indicazioni sulla professionalità del personale di servizio e sulla qualità dei piatti proposti.
    – qui trovate le nostre recensioni su Facebook e su Matrimonio.com
  5. Fatevi spiegare bene quali sono i servizi offerti, in termini ad esempio di numero di camerieri in servizio o di attrezzatura compresa nel preventivo. La professionalità è sempre sinonimo di trasparenza e chiarezza, costi precisi e dettagliati senza sorprese!
  6. Fate domande ed ascoltate. Preparatevi una lista di cose da chiedere, non preoccupatevi di fare domande banali, non ce ne sono! Chi sarà dall’altra parte ha il dovere di rispondere a tutti i vostri dubbi chiarendo ogni vostra perplessità e saprà sicuramente guidarvi sempre avendo ben chiari quelli che sono i vostri desideri.
  7. Quando si parla di come scegliere un catering per un matrimonio si pensa subito al cibo! Quando vi ritrovate a scegliere un menù fatevi dare alcune opzioni, affidatevi ai consigli di chi ha esperienza in fatto di banqueting ma allo stesso tempo cercate di capire cosa è più importante per voi ed i vostri ospiti. Ad esempio, tradizione o innovazione? Solitamente è proprio nell’equilibrio tra questi due aspetti che si trova la soluzione più giusta!
    Ricordatevi una cosa molto importante: è nella semplicità delle materie prime che c’è il gusto delle cose buone! Per cui assicuratevi che i menù siano stagionali e che si utilizzino anche prodotti del territorio perché questi sono indici di qualità e di bontà, nonché di professionalità data dal rispetto per l’ambiente che ci circonda.
    Un altro aspetto importante è la digeribilità dei piatti che non è da sottovalutare se si vuole che il ricordo di questa giornata speciale non sia rovinato! Noi ad esempio non usiamo aglio nella nostra cucina e la cipolla viene sempre pastorizzata affinché non perda il suo sapore ma risulti digeribile per tutti!
    Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è la disponibilità a personalizzare il menù in caso di ospiti vegetariani, vegani o con intolleranze alimentari. E’ importante informare il catering in anticipo in caso si necessitino menù particolari in modo da poter soddisfare davvero tutti gli ospiti.
    E non dimenticatevi dei vini!
  8. Valutate la mise en place, scegliete i colori in base allo stile della location, dei fiori e del vostro budget. Come sempre fatevi consigliare da chi ha saputo ascoltarvi!
  9. Assaggiate! E ricordatevi che l’assaggio del vostro menù è il vostro assaggio e come tale merita di essere fatto in esclusiva, solo tra di voi, per cui prediligete chi vi offre del tempo dedicato più che un assaggio di gruppo, fatto sicuramente per ridurre i costi ma molto meno personalizzato. Date un’occhiata ai colori, allo stile dell’impiattamento e ovviamente al gusto di quello che vi viene proposto!
  10. Fate un sopralluogo insieme, anche più di uno se necessario. Spesso all’inizio se il catering conosce bene la location da voi scelta e ci ha già lavorato non è necessario ma man mano che procedete con l’organizzazione è importante andare insieme a valutare tutti gli spazi e a visualizzare il come sarà per fare il punto.

Ovviamente tutto questo non va fatto in un unico incontro, concentratevi su di un aspetto alla volta, fatevi seguire ed accompagnare durante tutte le fasi dell’organizzazione proprio per poter fare le cose come si deve.

La stagione dei matrimoni 2018 è già cominciata e stiamo per entrare nel vivo di quelli che saranno dei bellissimi ed allo stesso tempo molto impegnativi mesi (non abbiamo praticamente più date disponibili!), però non esitate a contattarci per fissare un primo incontro conoscitivo per un’organizzazione dell’ultimo minuto o per cominciare a mettere le basi per un evento indimenticabile per l’anno che verrà!

Speriamo che i nostri consigli su come scegliere il catering per il tuo matrimonio ti possano essere davvero utili!

Contattaci

Dichiaro di aver letto la Privacy Policy, pertanto presto il mio consenso per ricevere le informazioni richieste.