La ricetta della Torta Pasqualina

Quando arrivano le feste cucinare è ancora più un piacere!
Il tempo rallenta, si cucina pregustando la spensieratezza di stare tutti insieme a tavola, si dimenticano le diete e ci si diverte con i bambini! Le tavole si riempiranno di colori e allegria, nonchè di prelibatezze! Anche noi Mandoline ci godremo queste vacanze sapendo che al nostro ritorno partirà una stagione molto impegnativa, ricca di eventi importanti, matrimoni e nuove sfide da affrontare!

Quest’anno abbiamo fatto una scelta, ci siamo schierati, e abbiamo deciso che nella nostra cucina non ci sarebbero stati nè agnello nè capretto ma solo ingredienti freschi, sani e rispettosi, quindi asparagi, bruscandoli, carletti, formaggi freschi e di qualità,  fragole ed infine la torta pasqualina che non può mancare! 

Questa è la nostra ricetta, provatela e fateci sapere se vi piace!

Ingredienti:
Pasta sfoglia:
350 ml di acqua
600 gr di farina 00
40 ml di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di sale

Pasta brisè:
140 gr di farina 00
50 gr di farina di mais
60 gr di burro
1 tuorlo
40 gr di acqua
1 cucchiaino di sale

Ripieno:
1 kg di spinaci
1 cucchiaio di cipolla pastorizzata*
1 rametto di erba cipollina
150 gr di Parmigiano Reggiano
500 gr di ricotta di bufala
12 uova
sale e pepe
olio extra vergine di oliva

Preparazione:
Ci piace preparare la torta pasqualina con una base che è il risultato di un impasto di pasta brisè e pasta sfoglia.
Si preparano le due paste singolarmente, amalgamando gli ingredienti e lavorandoli poi con le mani. A questo punto vengono uniti i due impasti e si lavorano ancora per qualche minuto in modo da crearne uno unico.
In questo caso si devono preparare 4 palline di impasto perchè la torta pasqualina prevede più strati di pasta: due serviranno per foderare la base della tortiera e 2 per ricoprire il ripieno. Una volte pronte le palline di impasto bisogna lasciarle riposare in frigo per almeno un’ora coperte da una pellicola trasparente.
Nel frattempo si può preparare il ripieno: lessare gli spinaci in acqua salata per qualche minuto dopo di ché scolarli bene e tritarli. Saltarli in padella con un cucchiaio di cipolla pastorizzata e un filo d’olio extra vergine d’oliva e lasciar insaporire per qualche minuto. A questo punto trasferire gli spinaci in una ciotola e lasciarli raffreddare leggermente, unire 2 uova, l’erba cipollina tritata, sale, pepe e mescolare bene il tutto. In un’altra ciotola unire la ricotta di bufala, 3 uova, un pizzico di parmigiano e di sale e mescolare il tutto con una frusta in modo da ottenere un composto cremoso e senza grumi.
A questo punto preparare la base: tirare fuori dal frigo e stendere un foglio di pasta sottile con il mattarello. Spennellare con olio extra vergine d’oliva la tortiera e adagiarvi il primo strato di pasta facendolo aderire bene ai lati e spennellare nuovamente. A questo punto tirare anche la seconda pallina di pasta e disporla sopra la prima. Versarvi gli spinaci livellandoli bene e sopra questi la crema di ricotta. Con un cucchiaio fare 6 buchini e all’interno di questi adagiarvi 6 tuorli facendo attenzione a non romperli. Tenere i bianchi e sbatterli leggermente per poi cospargere la superficie con un velo di albume. Spolverare con il grana rimasto e stendere le ultime due palline di pasta.
Coprire il ripieno con il terzo foglio di pasta (che sarà un pochino più piccolo dei precedenti), farlo aderire bene e spennellare con olio extra vergine di oliva. Dopodiché coprire il tutto con l’ultimo foglio di pasta. Tagliare la pasta in eccesso ai bordi della tortiera e infornare a 180 C in forno preriscaldato per 45 minuti.
Non rimane che gustarla tutti insieme in compagnia, che è sempre l’ingrediente più importante!

Buona Pasqua a tutti!

*Pastorizzazione della cipolla: la cipolla è per molti molto difficile da digerire… Noi utilizziamo un metodo infallibile per renderla digeribili senza perderne il sapore.
Tagliare la cipolla a rondelle e metterla in una casserruola piccola con 1/2 bicchiere di olio extra vergine d’oliva (la cipolla deve risultare totalmente immmersa nell’olio).
Cuocerla in forno per circa un’ora senza superare mai i 90°. A questo punto tritare il tutto. Noi la prepariamo tutti i lunedì e ci dura in frigo per tutta la settimana ma si può anche congelare! Il soffritto non è più necessario, la cipolla non si brucia più e il suo sapore rimane intatto!

Contattaci

Dichiaro di aver letto la Privacy Policy, pertanto presto il mio consenso per ricevere le informazioni richieste.